SPECIALE TRADIZIONE CAMPANA: “Papaccelle ripiene”

Questa ricetta tradizionale campana “Papaccelle ripiene” chiamata anche “Papaccell ‘mbuttunate” a quanto pare, risultano immancabili sulla tavola dei napoletani, perchè si dice portassero bene.

In antichità, la papaccella, veniva coltivata presso le “parule”, orti localizzati vicino alle masserie destinate alla produzione dell’aceto prodotto dal “vino piccirillo” ( aspro e poco alcolico) – dove, il “ciutunaro” ( il contadino) faceva maturare le papaccelle intere in una botte di legno, detta “rancellone”.

Oggi, la regione Campania ha recuperato il germoplasma e ha riprodotto i semi originari che ogni anno sono messi a dimora dai produttori del presidio.

VALORI NUTRIZIONALI: Poche calorie (solo 20 su 100 grammi), ricche di vitamina C, di fibra, di potassio, e di betacarotene. Più sono rosse, più sono ricche di betacarotene e vitamina C.
COME MANGIARLE: Arrostite, saltate in padella, ripiene al forno, sottolio, sottaceto.
Ingredienti:

  • 4 papaccelle di media grandezza
  • 500gr pane raffermo
  • 100gr di capperi piccoli
  • 150gr di olive nere di gaeta snocciolate
  • 1 spicchio d’aglio
  • Olio extravergine di oliva q.b.
  • Pan grattato q.b.
  • 400gr di pomodorini ciliegino
  • 1 ciuffo di basilico


Preparazione:

Arrostite le papaccelle su una piastra antiaderente, rigirandoli di tanto in tanto, facendo attenzione a non romperli.

Dopo riporli in tegame profondo con coperchio, lasciandole riposare per mezz’ora.

Sfriggete aglio e olio, eliminandolo una volta imbiondito.

Tagliare i pomodorini a pezzetti, unirli in un insalatiera con le olive e i capperi, mettere a bagno il pane raffermo e dopo averlo strizzato, mescolarlo con i capperi le olive e le foglie di basilico tritate.

Questo composto andrà in padella con l’olio a fuoco medio per 10 minuti.

Spellare le papaccelle facendo attenzione al torsolo, che conserverete per chiudere il peperone.

Una volta puliti, riempiteli con il ripieno e adagiateli in un ruoto, precedentemente irrorato d’olio.

Ogni peperone verrà chiuso col proprio torsolo, spolverate con il pan grattatoe portate in forno a 180° per mezz’ora.

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...