Vellutata di bucce di piselli con crostini nostrani


La vellutata di bucce di piselli è un piatto originale, leggero, poco calorico e saporitissimo. Ideale con l’arrivo della primavera e si può gustare anche freddo. 

In questo piatto, non si butta via niente… Se mai, si ricicla. Grazie al passaverdura, ne possiamo fare un piatto davvero unico. Basta avere un po’ di pazienza: sgranare, cimare le estremità delle bucce, cuocere con cipolla e passare, passare, passare… Rimarranno tante pellicine coriacee (l’interno delle bucce), che via via che si passa vanno eliminate. Ma alla fine il sapore della minestra fatta con le bucce riciclate è proprio buono, molto più di quello della crema di piselli.

Le bucce dei piselli sono ricche di proprietà benefiche: Una porzione di 100 grammi di bucce di piselli apporta solo 42 calorie con un buon profilo in termini di micronutrienti. I baccelli di piselli sono un’ottima fonte di vitamina A, C e K. La vitamina A è importante per la salute della pelle e degli occhi, aiuta le funzioni del sistema immunitario ed è essenziale durante la crescita. La vitamina C è un potente antiossidante che, come tutti ben sapranno, rafforza il sistema immunitario. Non tutti sanno che la vitamina C torna utile in caso di gengivite o gengive particolarmente sensibili e aiuta la produzione di collagene. La vitamina K favorisce la salute delle ossa ed è essenziale per la normale coagulazione del sangue.
Ingredienti:

  • 200 g di piselli freschi con le bucce
  • 2 cipolle novelle 
  • 2cucchia di fecola di patate
  • 1 cucchiaio d’aceto bianco
  • 4 cucchiai di olio extravergine d’oliva 
  • sale 
  • pepe
  • Una noce di burro 
  • Crostini di pane
  • 100 gr di Speck affumicato 
  • 3/4 mini provolette

Preparazione:

Sgranate i piselli e metteteli da parte. Per le bucce: Togliete le estremità, insieme all’eventuale filo (come nei fagiolini) e tagliatele a pezzi.


In una pentola o padella ben alta, mettete le bucce dei piselli e portate a bollore per mezz’ora, con un cucchiaio di aceto per mantenere vivo il colore verde. Una volta che saranno ammorbidite, lasciate raffreddare per qualche minuto. 

Passate poi tutto al passaverdura o, se preferite, prima frullate e poi passate. Eliminate eventuali sfilacciamenti delle bucce. Riportate a ebollizione, facendo ritirare, se necessario.

Alla fine potete aggiungere un cucchiaio di fecola o farina ben impastata con un cucchiaio di burro, che farete sobbollire per 5 minuti. Questo trasformerà la crema in una vellutata.

Tagliate il pane a tocchetti e fate abbrustolire con una noce di burro, se volete prepararli in casa, altrimenti acquistateli.

A parte, in una padella fate rosolare la cipolla novella e lo speck con due cucchiai di olio extraverine, aggiungere i piselli. Se si asciugano troppo aggiungere un Mestolino d’acqua. 

Per guarnire: cubetti di pane tostato, le cipolline appassite e una mini provoletta al centro, darà un tocco più stringe alla vellutata.

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...